Condividere tutto senza avere niente: quando il cibo era Resistenza | Rolling Stone Italia