Valerio Tagliacarne

74 Flips | 8 Magazines | 1 Follower | @valeriotagl3ru1 | Keep up with Valerio Tagliacarne on Flipboard, a place to see the stories, photos, and updates that matter to you. Flipboard creates a personalized magazine full of everything, from world news to life’s great moments. Download Flipboard for free and search for “Valerio Tagliacarne”

Google ha finanziato un competitor che oggi vale un miliardo. Thumbtack di Marco Zappacosta

Marco Zappacosta, 30 anni, a sinistra nella foto, Jonathan Swanson a destra<p>Anche se i giornali americani lo hanno indicato spesso nelle interviste …

Economia a filiera corta, rinnovabili ed efficienza

Se si voga controcorrente, si fatica di più e occorre un tempo maggiore per arrivare a destinazione. Alla lunga l’acido lattico accumulato nei …

Artigiani, accordo per favorire l'acquisto delle stampanti 3D - Wired

Confartigianato punta sull’innovazione digitale delle imprese artigiane con un accordo che vede protagonisti Artigiancassa spa (banca del Gruppo Bnp …

Stampanti 3D: alla diffusione di massa mancano almeno 5 anni

A fare questa stima gli analisti di Gartner, secondo cui il settore consumer verrà ben dopo quello business e sanitario nella grande diffusione delle</b> …

Con un cuore stampato in 3D salvato un bimbo di 14 mesi

Nel Kentucky, il chirurgo: 'con il modello ho seguito una procedura che non mi sarebbe mai venuta in mente'<p>Un cuore realizzato con una stampante 3D …

bcomexpo.com - bcomexpo Resources and Information.

Università Usa: “Stampanti 3D creeranno farmaci a domicilio”. Ma anche droghe

Un team di ricercatori della <b>Louisiana Tech University</b> ha sviluppato un metodo innovativo per la realizzazione tramite <b>stampanti 3D</b> di pastiglie con …

L'irruzione delle stampanti 3D

Le stampanti 3D adesso permettono agli appassionati di realizzare quello che si vuole in 3 dimensioni.<p>Ma intanto la questione del diritto d’autore e la relativa regolamentazione dei brevetti diventa un tema caldo del settore. Sentiamo il parere di una specialista legale.<p>JULIESAMUELS, …

Offerta Amazon: Logitech Rechargeable Touchpad per Mac con il 69% di sconto [Aggiornato]

Imperdibile offerta per tutti coloro che desiderano acquistare un valido <i>touchpad</i> per Mac. L’accessorio che vogliamo consigliarvi oggi, di cui abbiamo …

Tanto per continuare a parlare di futuro. E’ curioso come gli strumenti istituzionali per formare le nuove generazioni siano spesso in mano a persone che generalmente non hanno né idea né voglia di approfondire cosa potrebbe succedere nella società nel medio periodo. Al contrario, molti, anche se fortunatamente non tutti, sono più interessati a perpetuare una slegatura tra l’imparare e il lavorare che dia una peculiare dignità esclusiva alla classe insegnante. Slegata da risultati. Slegata da applicazioni. Slegata da una crescita equilibrata che preveda un saper fare ciò che viene appreso. Che sia filettare un bullone, scrivere una poesia in endecasillabi o mettere in atto una buona azione di raccolta fondi per una iniziativa benefica. Se questo mondo iperconnesso e iperveloce ha una esigenza per essere migliore, questa è la cancellazione delle barriere tra scuola, lavoro e vita sociale. E’ talmente banale che mi vergogno a scriverlo. La competizione, con tutte le alternative che i ragazzi hanno allo studio, è talmente sproporzionata che se non si provvede velocemente i nostri figli saranno più grati e fedeli al loro nintendo, alla wii , a fecebook o a twitter che non ai loro insegnanti. Eppure tutto ciò,lungi dall’essere integrato e usato abilmente è lasciato fuori dalla porta al suono della campanella. Come se bastasse chiudere una porta perché il mondo si fermi. Continuo a chiedermi perché nella scuola dell’obbligo non si insegnino e si facciano esperienze di votare, promuovere una idea, raccogliere voti o consensi, parlare in pubblico, usare i social network per migliorare una qualsiasi situazione o raccogliere informazioni didattiche, pulire un parco o i bagni, trovare la motivazione quando si è stanchi, supportare un compagno meno dotato, spremersi per creare un progetto e trovare i fondi necessari alla sua realizzazione, servire alla mensa e ricevere un feedback dai “clienti” sul servizio dato… E se tanti professori e rettori vedono male queste idee, non è che molti genitori diano a pensare che a breve si possa cambiare strada. Una santa alleanza che ha messo gli occhiali sbagliati nel migliore dei casi o che spera di arrivare alla pensione prima di dovere cambiare. Potrei continuare, ma credo di avere spiegato a grandi linee di cosa sto scrivendo. Questi approfondimenti che propongo sono solo l’espressione di una nuova capacità che i tempi richiedono. La “Complessipacità”. In termini semplici, la dotazione cognitiva necessaria per affrontare la complessità, che include il pensiero sistemico, la creatività, la collaborazione, il problem solving e la cyber-alfabetizzazione, ovvero l’uso dei nuovi sistemi di comunicazione digitali. Non c’è verso di sviluppare una tale capacità mantenendo separati i piani del sapere e della sua applicazione. Manca in gran parte della classe insegnante delle Università, figuriamoci nei discenti e nei genitori. Tutto ciò che rimane teorico è destinato a rimanere inespresso e soprattutto inutile agli altri. Anche se elegante e attraente, la rimirazione personale del proprio sapere, la contemplazione del proprio ombelico culturale è un atto di estremo egoismo e ottusità. I tempi degli eremiti sono finiti per mancanza di eremi. Inoltre la nostra sensibilità dovrebbe permetterci di abbracciare un insegnamento che prevede la sua reale concretizzazione. La capacità di un medico di prevenire e curare è legata agli scenari che ragionevolmente può ipotizzare. Tanto più vicini alla realtà, tanto più efficace la sua azione. Un pilota di formula 1, un manager, un imprenditore, un politico, un operaio sono tanto più apprezzati quanto più sanno legare azioni a vedute future realistiche. Vale la stessa cosa per un insegnante, anzi di più. Non è materialismo avido. Anche un prete vale per quanto sa applicare e fare applicare in coerenza con valori e tempi. Il mistico vale per sé. Solo per sé. Apprezzabile solo per sé e forse da una Entità Superiore. Per chi si prende cura della crescita dei nostri ragazzi non è possibile chiudersi in un universo auto-riferito ed autistico. Certo, non si può generalizzare, ma nemmeno fare finta che tutto funzioni. O i ragazzi comprendono che sono parte integrante e fattiva di un processo vero, reale, tridimensionale con pro e contro o vedremo schiere di alieni entrare nel mondo alla ricerca di un luogo che non c’è più, ma soprattutto vedremo generazioni senza la forza, la capacità e la voglia di cambiarlo. Questo non implica abdicare alla missione di creare cittadini prima che concorrenti del mercato. Una cosa va incastrata e bilanciata con l'altra. Senza dimenticare che da solo, il mercato diventa prevaricazione, ma che senza, almeno per ora non sappiamo come fare per vivere materialmente meglio, e la prevaricazione ritornerebbe sotto altre forme. E’ un mestiere importante quello dell’insegnare, spesso poco pagato e pieno di insidie. Ma tutti i mestieri si scelgono sapendo le condizioni Una volta scelti, vanno fatti al meglio. Fare il meglio è passare dalla teoria ai fatti. E, come nel pensiero zen, fare convivere concetti apparentemente inconciliabili. O perlomeno provarci.

Disney Conquers Physics, Uses 3D Printing To Create Impossible Spinning Tops

Have you ever been sitting around bored and found yourself trying to get some random household object — a battery, a pen, whatever — to spin around like a top?<p>Disney has taken that idea to a pretty grand extreme. Combining the power of 3D printing and some damned clever physics work, they’ve worked …

Five Hot Products From The New Amazon UK Wearable Tech Store

PSFK picks the top five products from Amazon UK's recently launched Wearable Tech store.<p>With Amazon expanding its Amazon Wearable Tech Store this …

Here’s why the Internet of things just became very interesting

Experts are heralding the Internet of Things (IoT) computing phase as the next industrial revolution, estimating 50 billion connected devices and IoT solutions reaching $7.1 trillion by 2020.<p>While we won’t refute these arguments, a focus on shareholder positioning will help us better understand …

BMW R50 by Analog Motorcycles

Earlier this week, we asked the builders in the Bike EXIF panel if there were any motorcycles that they wouldn’t dare customize. Answers were variations of ‘yes,’ with one panelist in particular opining that “rare vintage survivors should be left as such.”<p>Many petrol-heads share that view, and most …

Motorcycles

Moto Guzzi V7 Stone by Venier Customs

You don’t see many customs based on brand new motorcycles. It’s usually a good few years before the grinder is fired up and the sparks begin to fly. So this machine is something of a rarity: it’s a V7 Stone tweaked by Stefano Venier into a scrambler, and destined to do battle with the potholes and …

‘76 Kawasaki KZ400 - Tattoo Custom Motorcycles

Some of us dream of throwing in the towel on our day jobs to do what we truly love. Whether it’s building custom bikes, opening a café or just taking …

Honda CB360 by Federal Moto

I must confess, I get excited every time a ‘budget build’ from a professional outfit lands in my inbox. The true masters are those that can do the most with the least—finding innovative ways to build bikes that are humble in price without sacrificing an iota of aesthetic prowess.<p>This sharp little …

Anti-gravity

‘08 Moto Guzzi V7 - Macco Motors

‘Trailer Queen’. We’ve all heard the phrase before. It implies that a bike has been customised to the point where it just can’t be ridden. Hell, if …

CMBL Yamaha SR500 'ZedCat'

Surfing and custom motorcycles are two cultures that, when combined, often produce radical results. For example, the ZedCat: a delightful Yamaha SR500 with a slightly juvenile slant, from relative newcomers CMBL.<p>CMBL (pronounce “symbol”) is the motorcycle-building side project of surfer John …

Stainless Steel

The ultimate Triumph Scrambler?

The Scrambler is one of the most-loved Triumph motorcycles of recent times. But there’s a common criticism: its off-road performance doesn’t <i>quite</i> match those beguiling looks.<p>That shortfall has just been blown to smithereens by a team of five motorcycle engineers. And not just any engineers: they’re …

Motorcycles

Yamaha XJ650 by Ad Hoc

The sign of a truly skilled custom motorcycle builder is the ability to create something beautiful from inauspicious beginnings. I’m not saying that the shaft-drive Yamaha XJ650 is a sow’s ear, but it’s certainly not in the same aesthetic league as a Moto Guzzi Le Mans or BMW R100, say.<p>Yamaha’s …

BMW Boxer by Officine Rossopuro

With the BMW R-series becoming the <i>platform du jour</i> for custom builds, it’s getting harder to create something new—without simply being ‘different’ for the sake of it.<p>That was the quandary faced by Filippo Barbacane of Officine Rossopuro, one of Italy’s top custom builders and a man best known for …

Motorcycles

Triumph Bonneville T100 by Clutch

As long as Triumph keep churning out modern classics, builders will be lining up to chop them. This latest example is a 2007 Bonneville T100—tastefully reworked by the crew at Clutch Custom Motorcycles.<p>Clutch Custom operates out of Paris’ 12th <i>arrondissement</i>, and if I had to describe their signature …

‘81 BMW R100 RT - ER Motorcycles

Spare a thought for our poor Austro-Germanian counterparts. While some of the world’s best motorcycle manufacturers came out of the region, they are …

Federal Moto Combines 2 Vintage Honda CB360s into 1 - 2014

Canadian workshop Federal Moto introduce “The Couch Surfer,” a bespoke Honda motorbike commissioned by a young client who “lives, works, and parties …

Moto Guzzi Ambassador by BCR

Anyone who’s considered building a traditional café-racer has probably stumbled upon Benjie Flipprboi’s site at some point. As Benjie’s Café Racers, he produces a wide array of good looking bolt-on parts from his Corona, California base—and he builds pretty desirable bespoke motorcycles to …

L’iPhone 6 da 5.5” potrebbe avere un Retina display da 461 PPI

Secondo le ultime indiscrezioni l’iPhone 6 da 5.5”, ovvero la variante più grande, potrebbe integrare un Retina display da addirittura 461 …

Le foto del giorno, agosto 2014

<b>A me gli occhi</b><br>Fotografia da Hannes Lochner, National Geographic Your Shot<p>Una trappola fotografica piazzata nei pressi di uno specchio d'acqua nel …