MarianoParisi.com

352 Flips | 1 Magazine | 24 Likes | 3 Following | 19 Followers | @marianoparisi | Hair & Makeup

A ogni faccia la sua barba

La <b>barba</b>, dopo un periodo di declino, è tornata <b>prepotentemente di moda</b>. Ma questo non significa che tutti stiano bene con quello che una volta si chiamava l’<b>onor del mento</b>, né che qualsiasi barba stia bene a chiunque. Alcune <b>forme del viso</b>, infatti, proprio non si prestano ad alcuni <b>tagli e</b> …

Plumcake / Ricette dolci sfiziosi

Moda maschile, le pubblicità più ridicole degli anni '70

<b>[ATTENZIONE: CONTIENE IRONIA]</b><p>Gli anni ’70 devono per forza essere stati un esperimento del governo per vedere quanto avrebbe potuto spingersi …

“Animal Planet on Twitter twitter.com Face to Face by Mustafa Öztürk pic.twitter.com/lq8k27d55j ”

Watch a jaguar play underwater

Here's the majestic feline—in its not-quite-so-natural habitat.<p>[h/t gifak-net]

nevver: “What’s for dinner? ”

Milk and Socks

(Source: fuckyeahbenallen)<p>866 notes<br>Reblogged from lets-homme.<br>0riginally posted by fuckyeahbenallen.<br>Posted 3 years ago on Friday 30 January 15.

Regole per vestirsi bene e avere successo nella vita

Lo sappiamo tutti che, in fondo in fondo, il modo in cui una persona si veste non determina né la sua essenza né dà un reale valore alla sua …

Il fascino della libido

Greg French sull'evoluzione sessuale della moda maschile di Londra.<p>Facebook<p>Twitter<p>Greg French<p>gen 16 2015, 12:01pm<p>Come disse una volta Vivienne Westwood, la moda è la possibilità di stare poi nudi. È difficile pensarla così quando fuori ci sono zero gradi e sulle passerelle della settimana della …

Giorgio Armani: "Non vestitevi da omosessuali. Un uomo deve essere un uomo e un omosessuale lo è al 100%"

"Un uomo omosessuale è uomo al 100%. Non ha bisogno di vestirsi da omosessuale": così Giorgio Armani in un'intervista al Sunday Times.<p>"Quando …

Hair Plopping: The Heat-Free Drying Technique That Will Give You the Curls of Your Dreams

Your curls are cool, your curls are ploppin'.<p>I have FINALLY come to not just accept but <i>embrace</i> mycrazy, curly, cool (?!) hair. That said, I'll never stop looking for ways to manage it, because the struggle to nurture and maintain it will always be so, so real—especially when it comes to finding …

Don't Fight It: 7 Hairstyles Made Better by Frizz

#freethefrizz<p>Stand down, industrial-strength hairspray. Gone are the days of relying on epoxy (errrr, tons of product) any time the humidity rises above 51 percent: These styles harness amped-up volume and irregular texture—both very good things—and make them work for you. #freethefrizz

Hair

Aspettando Halloween

Account Suspended

Giornale online Archivi

da Piera Rosati | Giu 9, 2018 | Giornale online, In primo piano<p>L’ADOZIONE, UN GESTO D’AMORE E DI RESPONSABILITÀ Adottare un cane è un grande gesto di …

7 Awesome Beards by James Myrick

James Myrick is a master beard artist. He's rather secretive about his methods, but my guess is that, by precise mental concentration, he can grow …

Avena: proprietà nutrizionali e dimagranti, benefici e controindicazioni

Se dell’<b>avena</b> consideriamo le <b>proprietà nutrizionali</b> e <b>dimagranti</b> e i <b>benefici</b>, ci accorgiamo che questo <b>cereale</b> è veramente straordinario e quindi non …

TEST DEI COLORI

#Buonasera a domani... #LaStampa del 06/06/2012 LA STORIA: Un bravo parrucchiere è per sempre Jill, l'erede dei mitici Vergottini di via Montenapoleone, a Milano: "Scegliete così" "Il professionista ti permette di ricreare lo stesso look da sola" EGLE SANTOLINI #MIilano Perfino in tempi di crisi, sono poche quelle che rinunciano. Magari ci vanno di meno, solo per la tinta e il taglio. Ma restare senza i consigli del parrucchiere, vogliamo scherzare? Arriva dunque al momento giusto un libro che spiega come scegliere quello bravo e non ladro, per non sprecare soldi e frustrazioni allo specchio; e anche chi era la «dynasty» di acconciatori che, cinquant’anni fa, aveva capito tutto, cioè che il parrucchiere migliore è quello che ti mette nelle condizioni di rifarti la testa da sola, a casa. S’intitola «Mi raccomando la frangia» (Add, in libreria il 19 giugno) e l’ha scritto Jill #Vergottini, erede prima recalcitrante («Avrei fatto la hostess, l’astronauta, tutto tranne che quello») e poi appassionata («Taglio anche la domenica, e non parto mai senza il kit da lavoro») di «quei» Vergottini, cioè i parrucchieri di via Montenapoleone inventori del caschetto geometrico che sta alla Milano del boom come il taglio alla garçon all’America di Scott Fitzgerald. Da Cele, Lina e Marisa andavano Franca Valeri e le ragazze del Nepentha, Loretta Goggi e le mogli degli architetti: quella v a coda di rondine sulla nuca a nessuno riusciva così bene, e il bello era che anche dopo lo shampoo il look resisteva. Un giorno del 1966 tale Caselli Caterina, castana, di Sassuolo, uscì dal loro salone platinata e frangiata, insomma casco d’oro. E siccome Cele tagliava i capelli anche alla moglie di Guido Crepax, e a lui quella pettinatura piaceva moltissimo, esiste la quasi certezza che pure Valentina andasse dai Vergottini. Jill, chissà che ricordi. «Quelli di un boudoir, di un universo tutto femminile. Zio Cele è morto giovane, mio padre si era trasferito a Roma. Eravamo tutte femmine, le clienti si confidavano, qualche volta si spogliavano pure in pubblico, come quella signora sui 60 che un giorno voleva dimostrarci di avere ancora delle belle tette, e chissà come mai suo marito s’intristiva su “Colpo grosso” tutte le sere. Zia Lina era una specie di guida spirituale, la stavano a sentire come una sacerdotessa». Dai tempi eroici dei suoi zii ai parrucchieri cinesi o «di catena» non è stato un gran progresso. «L’importante è trovare i bravi professionisti, che non ti truffino e che ti facciano sentire rilassata». I vizi psicologici del parrucchiere contemporaneo? «Spesso è troppo star, ha idee preconcette, ti intontisce di parole invece di starti a sentire. Nel caso scappare subito, è lui al tuo servizio e non viceversa». Altri saloni da evitare? «Quelli dove si litiga di fronte alla clientela, magari per questioni di ferie o di stipendi. Queste faccende si regolano dopo la chiusura, nessuna ha voglia di sorbirsi le vertenze sindacali altrui. Mi darebbe fastidio al supermercato, figurarsi in un posto dove voglio conquistarmi due ore di pace». Da un punto di vista più tecnico? «Dedico buona parte del mio libro al tema dell’igiene e della pulizia: dovrebbe essere un prerequisito. E poi c’è la questione dei prodotti. È anche da lì che si capisce quanto vale un acconciatore. Lei laverebbe un golfino di cachemire con il detersivo per i pavimenti?». Jill bacchetta i colleghi che esagerano con la forbice: «Uscire dal salone con cinque centimetri di capelli in meno quando abbiamo chiesto una rinfrescata al taglio è una delle cose più fastidiose in assoluto». Parlando dei controversi coiffeur cinesi: «Sulla qualità del lavoro e dei prodotti che utilizzano non metterei la mano sul fuoco, ma una piega a 8 euro in 10 minuti ci può stare». Per il resto, assumete come vademecum le sue sei regole. E buona lavata di testa. #martedì #mp #marianoparisi #hair #barbiere #parrucchiere #torinocentro #apertoillunedì #hairstylist #capelli #beauty #uomo #torino #meches #estetica #hairstyle #bellezza #haircolor #hairtrends #moda #trend #colpidisole #parrucchiereuomo #makeup #torinotoday #splashlights #ombre

''Il problema è che le persone intelligenti sono piene di dubbi mentre le persone stupide sono piene di sicurezza.'' (Charles Bukowski) #lunedì #mp #hair #aforisma #barbiere #parrucchiere #torinocentro #apertoillunedì #hairstylist #capelli #beauty #uomo #torino #meches #aosta #estetica #hairstyle #bellezza #haircolor #hairtrends #moda #trend #colpidisole #marianoparisi #parrucchiereuomo #makeup #torinotoday #splashlights #ombre